Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

A cura di Sergio Redaelli

Paolo VI di Bodini in mostra a Legnano

Paolo VI Bodini La locandina della mostraLa statua dei Musei Vaticani per la prima volta in tournée

A poche settimane dalla santificazione di papa Giovanni Battista Montini e a cinquant’anni esatti dalla realizzazione del ritratto, la città di Legnano espone uno dei capolavori della scultura italiana del ‘900, Ritratto di un papa di Floriano Bodini con altre 39 opere dell’artista di Gemonio, bozzetti, incisioni, sculture e 14 fotografie di Pepi Merisio che documentano l’esecuzione della statua. Un appuntamento da non perdere per chi già conosce il pregevole monumento di Montini, nei panni di arcivescovo di Milano, realizzato dallo stesso artista al Sacro Monte di Varese.

Bodini è – insieme ad Augusto Perez e Giuliano Vangi – uno degli ultimi scultori italiani impegnati a dialogare con la tradizione senza aderire alle avanguardie che si delineavano negli stessi anni non solo in Italia. Il 1968 è carico di elementi simbolici a livello sociale e artistico e attesta il consolidamento delle nuove correnti provenienti dagli Stati uniti, la Pop Art, il minimalismo e la performance, nonché l’arte povera.

Leggi tutto...

Sommaruga, la storia “segreta”

atti convegno architetto Giuseppe SommarugaPresentati gli atti del convegno che si tenne l’anno scorso al Palace

Quali rapporti familiari legavano l’architetto Giuseppe Sommaruga a Varese? Perché lavorò tanto sulle pendici del Campo dei Fiori fino a costruire quella gigantesca cattedrale del turismo liberty che è il Grand Hotel Tre Croci? E come va considerata quest’opera? È un capolavoro d’inizio ‘900 come sostengono in tanti o un pugno nello stomaco, un insulto alla montagna come afferma non uno qualsiasi ma il soprintendente Luca Rinaldi? Sono quesiti a cui risponde il volume monografico “L’architetto Giuseppe Sommaruga a Varese - Atti del convegno del 7 ottobre 2017 al Palace” (119 pagine, 30 euro), curato da Marco Tamborini per conto della Società Storica Varesina con il contributo di Confcommercio Lombardia, della Soprintendenza alle Belle Arti e della proprietà del Palace.

Leggi tutto...

“Il pellegrino” dello scultore Matteo Chiarelli in mostra da sabato 6 ottobre al Camponovo

Cartolina Matteo il Pellegrino 1

Il pellegrino di Matteo Chiarelli indossa cappa, zoccoli e cappello alla maniera antica e si sorregge col bastone, stanco e affaticato ma sospinto da una misteriosa energia. Cammina lungo scorci campagnoli tra cavalli andalusi e contadini baschi sulle strade per Santiago di Compostela, un percorso affrontato più volte. Ed è il protagonista del progetto artistico, sospeso fra terra e spirito, che si può ammirare da sabato 6 ottobre nelle sale semi interrate dell’ex hotel Camponovo in via dell’Assunzione 17 a S. Maria del Monte.

La mostra, personale, s’intitola appunto Il Pellegrino e propone al visitatore un itinerario tra il sacro e il profano lungo le strade della fede, dal santuario di Santiago nella Galizia spagnola (c’è un’altra Galizia al confine tra Polonia e Ucraina) al nostro Sacro Monte. Un percorso che parte dai temi sacri e abbraccia l’intera produzione scultorea di Chiarelli che indaga la figura femminile, la maternità, le nature morte e perfino la fotografia.

Chiarelli, 71 anni, bergamasco trapiantato a Induno e poi a Cuasso al Monte, si è dato tardi all’arte, già abbondantemente adulto. Da bambino, per la verità, amava disegnare e dipingere con gli acquarelli ma la necessità di dare una mano in famiglia lo indusse a occuparsi di motori e marmitte in un’officina di motociclette. La vita non sempre ti lascia fare ciò che ami.

Leggi tutto...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information