Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

La nostra Associazione

La nostra nuova mappa tascabile del Borgo e della Via del Rosario

cartina 1 s“Dove si trova il Santuario?” E’ la domanda che più spesso ci si sente rivolgere da pellegrini e turisti giunti per la prima volta su Piazzale Pogliaghi al Sacro Monte. La segnaletica ufficiale, infatti, - in attesa che venga posizionata quella nuova del Parco Campo dei Fiori - è molto carente, se non inesistente e, pur trattandosi di un borgo di dimensioni ridotte, trovare subito il Santuario può risultare una piccola impresa. Basti dire che - a volte - chi arriva da piazzale Pogliaghi per andare al Santuario scambia lo stesso persino con la XIV Cappella, ultima postazione ben in vista della Via del Rosario.

Ecco perché la nostra Associazione, dietro richiesta di tanti Soci e Amici e in occasione del Giubileo della Misericordia, ha pensato di colmare questo vuoto con lo studio e la realizzazione di una Mappa tascabile. Corredata di foto e di una breve storia in quattro lingue (italiano, inglese, tedesco e francese), la mappa si compone di un unico foglio ripiegato fronte-retro su cui, da un lato, è rappresentato il percorso del Viale delle Cappelle fino a raggiungere il borgo di Santa Maria del Monte e, dall’altro, il borgo vero e proprio. E’ stato inoltre aggiunto il QR code, già inserito nelle mappe fisse, leggibile dagli Smartphone, che consente di collegarsi al sito dell’Associazione e, conseguentemente, anche ad altri siti correlati per ottenere ulteriori informazioni.

Leggi tutto...

Quando c’era solo l’acqua del cielo

Concerto di voci 2Da "Concerto di Voci per il Sacro Monte di Varese"
Lions Club Varese Host
2003 - 2004
Presidenza Ambrogina Zanzi

 

Certamente i primi abitanti del borgo, sorto su un cucuzzolo roccioso, dovettero fare molta fatica per approvvigionamento dell'acqua, sia per la mancanza di sorgenti in loco, sia per la difficoltà di costruire pozzi.
Di questi ultimi si conservano poche tracce, ne esiste uno al civico 24 di via Caterina Moriggi; mentre più numerose sono le cisterne per raccogliere l'acqua piovana, costruite nelle vicinanze delle abitazioni.
Una prima svolta si ebbe con l'avvento del Monastero delle Romite Ambrosiane nella seconda metà del 1400, che, in una grande cisterna ancora oggi esistente, "raccoglievano le acque piovane che filtravano dalle venature della roccia sovrastante".

L'acqua, oltre a soddisfare le esigenze del Monastero, fatta fluire in una grossa vasca in pietra situata sotto il portico del Santuario, veniva erogata a quanti ne facevano richiesta.
Si racconta che la beata Giuliana passasse giorni e notti intere a porgere l'acqua ai numerosi pellegrini.
Il borgo iniziò ad espandersi, aumentarono gli abitanti, e l'acqua incominciò a scarseggiare.
Con l'avvio dei lavori per la costruzione del Viale delle Cappelle nel 1604, "né v'essendo acqua sopra il monte" — e trasportarla da lontano incideva notevolmente sulla spesa — si decise di costruire un acquedotto che dal Campo dei Fiori portasse l'acqua fino alla Prima Cappella.

Leggi tutto...

Il nostro Presepe

 

maineri aComplicato e difficile, in questo scenario mondiale di inquietudine e timore, il pensare che ci stiamo di nuovo avvicinando al clima festoso del Natale e del Capodanno: ciascuno raccoglie in sé lo sgomento per i tanti fatti di violenza che accadono sul pianeta, alcuni a noi molto prossimi. Ben sappiamo che la difesa delle nostre radici, della nostra identità culturale, deve essere assolutamente ferma, nel dovuto, consapevole rispetto per chi, nella pace, è diverso. Penso al nostro Sacro Monte e a quello che, come Associazione, abbiamo individuato essere, per il presente e per il futuro, IL NOSTRO PRESEPE: la imponente e dolce scultura in terracotta raffigurante la NATIVITA’ di Angelo Maineri. L’opera, situata appena sopra la stazione a monte della funicolare, sulla via Sommaruga, venne donata dal maestro al nostro Sodalizio nel lontano 1997. A distanza di tanti anni, questa preziosa e straordinaria Natività richiedeva un accurato restauro, il rifacimento del basamento e una protezione dalle intemperie che la avvolgesse con un velo trasparente.

Leggi tutto...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information