Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

Logo Notizie asmv1

Caravati: al santuario in funivia

Augusto-Caravati s Foto-FumagalliIn un'intervista esclusiva nel numero di febbraio del mensile della Confindustria Varesefocus (www.varesefocus.it Varesefocus), il geometra Augusto Caravati, ex regiù per vent'anni della Famiglia Bosina e per altri venti dell'associazione nazionale dei costruttori edili, lancia una nuova e clamorosa idea per risolvere le questioni del traffico, dei parcheggi e degli intasamenti domenicali al Sacro Monte: "Penso a una cabinovia – dice - che parta dalla Rasa e arrivi in alto scaricando i fedeli vicino agli ascensori del santuario. Disporre dei terreni necessari non è un problema e si può ricavare un ampio parcheggio accanto alla stazione di partenza. I vantaggi di questa soluzione sono tanti: con la funivia che sale dalla Rasa le auto e i pullman resterebbero nel parcheggio a valle. Senza più traffico privato in cima al borgo, se non durante la settimana, la gente riscoprirebbe i mezzi pubblici e perfino la funicolare che sale dalla parte del Vellone".

 

Caravati non è nuovo ai progetti innovativi. Anni fa, aveva suggerito l'avveniristica idea di una panoramica salita in "trenino monorotaia" dalla Schiranna a Santa Maria del Monte passando per Lissago, Calcinate degli Orrigoni, Morosolo, Masnago, Avigno, Velate e il Vellone. Alcune banche erano pronte a finanziare il progetto e la Macchi aveva già studiato le carrozze, poi non se ne fece più nulla.

La nuova originale idea merita senz'altro di essere valutata. Ottantasei anni, amico e collaboratore storico di monsignor Pasquale Macchi, di Carlo Alberto Lotti e di Renato Guttuso all'epoca dei restauri (1982-1994) lungo la Via Sacra, Caravati festeggia i sessantadue anni dell'impresa di costruzioni che porta il suo nome e che ha firmato numerosi interventi a Santa Maria del Monte dalla manutenzione delle cappelle, dei tre archi, della fontana del Mosè, del campanile, ai lavori all'interno e sui tetti del santuario, al rifacimento del museo Baroffio, la sistemazione dell'appartamento dell'arciprete, l'installazione degli ascensori; e poi, ancora, il recupero dell'albergo ristorante Sacro Monte e del Camponovo, tremila mq di cui oltre mille di sotterranei che costituiscono un formidabile complesso architettonico medievale, con tre archi che risalgono all'XI secolo. Dove oggi si tengono interessanti mostre d'arte.

Di recente, Caravati ha riscoperto la passione giovanile per la scultura e ha realizzato la statua di monsignor Macchi che l'estate scorsa è stata installata sul terrazzo sottostante la piazzetta Paolo VI.

Sergio Redaelli

 

 

8 agosto 2015, l'inaugurazione della stata di monsignor Macchi a Santa Maria del Monte, opera di Augusto Caravati. Foto Fumagalli

Augusto-Caravati Foto-Fumagalli

 

Sfoglia la rivista

Sfoglia la mappa del Borgo

Cartina S Monte2016 0 s

 

Facebook

Noi su Youtube

Logo youtube1

Iscriviti all'Associazione

pulsante iscriviti

WiFi al Sacro Monte

Varese internet one

RMFONLINE

logoleviestoriche

Logo sacromontedivarese

Radio Missione Francescana

 

 

LogoSacrimonti

Logo italian lakes guides 330x300

RomiteLogo

LogoMuseoBaroffio

Questo sito web utilizza cookies tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookies di natura tecnica sono utilizzati anche cookies di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookies. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information