Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

"Presentiamo ai nostri affezionati lettori, Soci e simpatizzanti, una nuova rubrica a cura dell'Amico giornalista Sergio Redaelli. Si tratta di una serie di articoli dedicati ai principali libri stampati nel corso degli ultimi tre-quattro secoli che parlano del Sacro Monte. Occasione buona per raccontare la vita di chi li ha scritti, spesso storici e letterati di valore, ma sconosciuti ai più.

In questa rubrica, "Lo Scaffale del Sacro Monte", verrà pubblicato grosso modo un articolo al mese dedicato a un testo, una quindicina in tutto, incominciando dal volume Compendiose Notizie di Gasparo Ghirlanda (1817). Sperando che possa stimolare la curiosità di molti appassionati.

Buona lettura."

La Presidente
Maria Rosa Bianchi

 



 

Risalendo le Cappelle in portantina

Chi era il nobile Gasparo Ghirlanda (1752-1831), avvocato e storico austriacante”
che scrisse le Compendiose notizie di Varese e del Sacro Monte

Sergio Redaelli

Il prezioso volumetto Compendiose notizie di Varese e de’ luoghi adiacenti compreso il Santuario del Monte appartiene ai prontuari più antichi di S. Maria del Monte. Lo scrisse poco più di duecentoLa copertina del libro di Gasparo Ghirlanda edito dalla tipografia Malatesta a Milano nel 1817 anni fa il facoltoso avvocato Gasparo Ghirlanda, latifondista milanese trasferitosi a Varese, poeta e collezionista d’arte. Fu pubblicato nel 1817 da Cesare Orena nella tipografia Malatesta di Milano e ristampato sette volte fino all’edizione speciale dalla Famiglia Bosina nel 1979, in mille esemplari.

Don Gasparo era un “letterato intelligente ed eclettico, scrittore di economia e viaggiatore”, per usare le parole dello storico Emanuele Pagano. A Milano intraprese la carriera fiscale sotto il governo austriaco e fu ispettore generale del fiume Olona. Un “austriacante”, come si diceva allora con un termine spregiativo. Collaborava con l’amministrazione imperiale. Lo si evince dall’ampollosa dedica di un altro suo fortunato libello premiato da dieci ristampe tra il 1773 e il 2005, Negoziazione e nobiltà, offerto “a Sua Eccellenza il Sig. Conte Carlo de Firmian”, ministro plenipotenziario e governatore generale della Lombardia austriaca.

Gasparo era nato il 6 gennaio 1752 da una famiglia nobile milanese, si era distinto negli studi legali fino alla nomina di avvocato fiscale da parte del governo di Milano, aggiunto al procuratore della Camera, poi elevato a regio giudice ispettore generale del dipartimento d’Olona, con residenza in Milano. Era membro del consiglio comunale della città ambrosiana e presidente delle assise comunali di Monza e di Varese. A cui, refrattario alle fatiche, sommava altre cariche.

Nel triennio 1774-76 viaggia in Italia, Francia, Inghilterra, Olanda, Germania e nelle Fiandre ma le trasferte non lo distraggono dagli studi storici-economici. A tempo perso compone poesie che gli valgono nel 1775 l’accoglimento nell’Accademia degli Arcadi a Roma. Nel 1806 pubblica i Componimenti epitalamici e didascalici per le faustissime nozze di Girolamo d’Onigo con Fortunata Cazzaiti.

Leggi tutto...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information