Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

Strade del Sacro Monte

Invito al Rosario

14 settembre 2008

alioli 150x112Tempo fa, ebbi un incontro cordiale con alcuni amici del S. Monte. I quali, in via strettamente confidenziale mi fecero due grandi nomi: Giovanni Paolo II° e Monsignor Pasquale Macchi. Avrei dovuto ritrarli per commemorare la visita del Papa alla nostra montagna della Madonna del Monte. Li per li la presi, se si può dire di una cosa Sacra un po' ''sportivamente'', ma fu perché pensavo di non riuscire nell'esecuzione di un lavoro così importante. Confesso la proposta mi incuteva soggezione ma allo stesso tempo mi affascinava. Tergiversai per un certo periodo continuando a cercare l'ispirazione che mi avrebbe fatto prendere la decisione di accettare. Non fu facile, data la mia età e gli acciacchi che l'accompagnano.Poi qualcosa si mosse dentro di me. Vedevo in continuazione le due grandi figure inserite nella nostra amata Varese. Feci alcuni bozzetti che presentai ai diretti interessati.


Piacquero e questo mi diede un po' di coraggio. Dopo un sopralluogo alla piccola cappella decisi le misure: cm. 140 di base per cm. 220 d'altezza. Seppure non ancora convinto , mi portai a casa la grande tavola. Lo spazio bianco era li davanti a me e l'ansia del vuoto da riempire cominciò a crearmi non poche perplessità. Pensai subito alle caratteristiche dei due grandi personaggi da inserire: come dare loro un'espressione, come muoverli nel quadro, come comporli in modo tale che che mi comunicassero un messaggio profondo di dialogo. Immaginai una visione eterea! Movimento di nubi fra l'azzurro del cielo con spaccati architettonici varesini.........Stavo concretizzando questa mia idea quando un ricordo mi corse nella mente:.....'' Or mè paees l'è on paradiis'' Le bellissime parole della canzone bosina scritte da quel grande maestro d'arte e di cultura che era Giuseppe Talamoni!............''Sont scià in d'on sit ca'l paar on paradisi; in mezz a r'aria fina, ar verd, ai fioor; cor lagh ca speggia i mont senza fa on sfriis; in mezz a tanta grazia d'or Signor........''E in mezzo a tanta grazia del Signore mi misi a disegnare Giovanni Paolo II° e Monsignor Pasquale Macchi.

I loro sguardi erano importantissimi per me ''trovai''Monsignor Macchi che mi guardava dritto negli occhi sembrava mi dicesse: ''Guarda chi c'è con me! Vieni a pregare con noi!'' A quel punto mi venne naturale disegnare lo sguardo del Pontefice verso l'ascesa alla via della Cappelle. Nella sua mano sinistra misi la corona del Rosario cercando di darle un senso di oscillazione per iniziare quel percorso,proprio con la preghiera dedicata alla Madonna. Il titolo dell'opera potrebbe essere ''INVITO AL ROSARIO'' Sotto loro un accenno dell'antico selciato del lungo e dolce cammino sino al Mosè. Dietro l'immagine simbolica di quella ''carezza'' che è la visione del paesaggio varesino che va dal monte al lago con gli scorci dell'arco del Rosario e la prima cappella quella dell'Annunciazione. Ora posso dire di essere soddisfatto e lo consegno alla visione di tutti coloro che passeranno per questi luoghi sacri, non perché venga ammirata la mia opera, ma con il segreto desiderio che venga accolta come oggetto di F E D E !

Mario Alioli

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information