Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

Strade del Sacro Monte

Prospettive per il futuro

24 novembre 2013

monsvilla 150x100Diversi sono gli argomenti di cui parlare.

Monsignor Erminio Villa, quale nuovo rettore del Santuario, ha fatto il suo ingresso solenne nella Comunità allargata di Santa Maria del Monte il giorno 6 ottobre u.s. Ampio spazio è dedicato in questo numero all'avvenimento. Abbiamo potuto apprezzare Monsignor Villa sabato 23 Novembre, presso la nostra sede, quando ha tenuto la sua "conversazione" straordinaria a tema "Il mistero del Natale nella luce della terza Cappella". E' apparso un eccellente pastore d'anime, bravo teologo, buon comunicatore e sono sicura che il suo impegno per il Sacro Monte darà ottimi risultati.

Buon cammino monsignor Erminio assieme a tutti noi!donangelo 138x112

Rivolgiamo anche un saluto cordialissimo e riconoscente a Don Angelo Corno.

Innanzitutto bisogna ricordare che Associazioni e Istituzioni dovrebbero essere alleati con un unico scopo: il bene comune. Ecco perché ci pare doveroso avanzare alcune riserve sul luogo deputato per l'allocazione di un autosilo presso la Chiesa dell'Immacolata con accesso e uscita su una doppia curva.

Premesso che la necessità di allestire un parcheggio alle pendici della montagna varesina è, da tempo memorabile, condivisa da tutti, il nodo delicato è quello di identificare l'area più adatta nell'ambito di un progetto generale e organico che riguarda l'accessibilità al borgo. La nostra Associazione, pur essendo d'accordo su qualche intervento limitato e delicato in vetta, è favorevole ad un contenimento del traffico automobilistica privato con la creazione e il potenziamento, in alternativa, di un'offerta qualificata e razionalizzata del servizio pubblico come mezzo da privilegiare per raggiungere il borgo.

Alla prima Cappella da decenni viene considerata l'opportunità di realizzare un capiente parcheggio articolato su alcuni livelli con accesso da piazzale Montanari, a lato della linea di servizio pubblico verso la funicolare. Il progetto potrebbe indubbiamente favorire un più intenso utilizzo della funicolare, oggi abbandonata a sé stessa con ingenti gravami a carico della collettività. Alla stazione di monte della stessa si potrebbe aggiungere, come molti hanno proposto, un sistema di scale mobili per facilitare l'arrivo al Santuario.

Occorre sottolineare che l'ipotizzato cantiere da allestire nei pressi della Chiesa dell'Immacolata, con il rischio di inevitabili incidenti e penalizzando l'accesso a Santa Maria per lungo tempo, potrebbe compromettere il patrimonio UNESCO, tanto più che la roccia della montagna è molto resistente e si dovrà probabilmente ricorrere ad esplosivi per effettuare gli scavi. Tale problema si è già evidenziato durante la costruzione degli ascensori che conducono al Santuario.

Ecco allora la nostra proposta: perché non realizzare l'opera in Piazzale Montanari dove il cantiere creerebbe un limitato disturbo, i costi sarebbero notevolmente inferiori e il raccordo con il percorso pubblico verso la funicolare sarebbe immediato? Tale soluzione raggiungerebbe, inoltre, l'obiettivo di salvaguardare la Chiesa dell'Immacolata, prima postazione di quel prezioso Patrimonio UNESCO dei Sacri Monti Lombardi e Piemontesi del quale quest'anno si è celebrato il primo decennale dalla proclamazione.

In questo scorcio di fine anno, grazie al sollecito ed esperto intervento dell'amico Augusto Caravati, abbiamo provveduto al rifacimento della base di appoggio, gravemente ammalorata, dell'importante opera in terracotta realizzata dal maestro Angelo Maineri. La scultura (altezza tre metri con base di due metri e novanta) è stata realizzata dall'artista nel 1997 con felice intuito e sicura padronanza degli effetti, raffigura La Nativita' ed è situata sopra la stazione a monte della funicolare, all'inizio della via....La Vergine Maria è col suo bambino in braccio, mentre San Giuseppe, con la sinistra alzata, cerca di proteggerla.

Il gruppo necessita anche di un accurato restauro e di una protezione dagli eventi climatici: ciò costituirà la seconda e terza tappa dell' intervento che andremo a realizzare nei prossimi mesi. Il progetto della copertura, che sembra accarezzare la statua e proteggerla come un velo trasparente, è già stato curato dall' amico architetto Ovidio Cazzola, consulente tecnico della nostra Associazione.

Sono molto graditi sponsor per il compimento di tali opere.

La famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe s'affaccia nella tradizione cristiana natalizia. Giungo allora alla conclusione ringraziando il Direttore della nostra rivista Maria Rosa Bianchi, tutti i collaboratori e gli sponsor e, con il Consiglio Direttivo, auguro a tutti Voi un sereno periodo natalizio nel calore dei vostri affetti e nel segno della solidarietà, formulando i migliori auspici per il nuovo anno.

Ambrogina Zanzi

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information