Amici del Sacro Monte

Associazione culturale fondata nel 1967

A cura di Sergio Redaelli

Sabato 12 dicembre monsignor Franco Agnesi aprirà la “porta santa” a S. Maria del Monte

La porta Santa di S Maria del Monte sPapa Francesco inaugurerà l'Anno Santo della misericordia l'8 dicembre in San Pietro aprendo la porta santa e la stessa operazione sarà ripetuta a Santa Maria del Monte nel pomeriggio di sabato 12 dicembre. Sarà il vicario episcopale monsignor Franco Agnesi a spingere la porta "sforzesca" - per l'occasione dichiarata porta santa - alla sinistra dell'ingresso in santuario nella piazzetta Paolo VI. L'appuntamento per i fedeli è alle 16.45 intorno alla statua di papa Montini. Dopo le preghiere e qualche minuto di raccoglimento, i presenti entreranno in chiesa cantando, in processione, e assisteranno alla messa.

"Sarà un rito molto semplice - spiega l'arciprete don Erminio Villa - L'Anno Santo si farà" anche nei santuari che sono mète di tanti pellegrini che in questi luoghi sacri spesso sono toccati nel cuore dalla grazia e trovano la via della conversione" (Misericordiae vultus, n.3). Queste parole di papa Francesco, tratte dalla Bolla d'indizione del Giubileo della misericordia, ci invitano a coinvolgerci in prima persona per viverlo come momento straordinario di grazia e di rinnovamento spirituale, segno visibile della comunione di tutta la Chiesa".

Il rito dell'apertura della porta santa esprime simbolicamente il concetto che si offre ai fedeli un "percorso straordinario" verso la salvezza e per ottenere i benefici non occorre andare a Roma. Santa Maria del Monte è la chiesa giubilare della zona pastorale II a cui fanno capo anche undici chiese penitenziali: San Vittore a Varese, il santuario della Riva ad Angera, le parrocchiali di Gallarate, Azzate, Bisuschio, Carnago, Tradate e Appiano Gentile, le chiese di S. Anna a Besozzo, S. Giuseppe a Luino e S. Rocco a Somma Lombardo.

Anticipa don Erminio: "La prima idea per celebrare l'Anno Santo aiutando a confrontarsi e a ricuperare le opere di misericordia "per una comunità fraterna e una città solidale" è stata intitolata i "dodici sabati della misericordia": si vuole così far conoscere a un vasto pubblico ciò che si fa in città e in decanato nel campo della carità attraverso la testimonianza di dodici sacerdoti a vario titolo impegnati in diverse strutture. L'appuntamento è ogni secondo sabato del mese (dal 12 dicembre 2015 al 12 novembre 2016) alle ore sette alla prima cappella, per la recita del Rosario; alle ore otto in santuario la messa con l'omelia a tema. Radio Mater assicura la trasmissione radiofonica con queste frequenze: 87.700 e 95.250, per Varese e provincia".

"Riflettere sul "dare da mangiare e da bere" sarà l'occasione per presentare la mensa dei poveri e non solo – aggiunge don Erminio - L'aiuto ai poveri del mondo (gli "ignudi") è espresso anche dall'impegno dei gruppi missionari. L'accoglienza agli immigrati è il nostro modo di "ospitare i forestieri". I cappellani degli ospedali e del carcere suggeriranno come stare vicini ai malati, ai carcerati e alle loro famiglie; e come vivere la preghiera per i sofferenti e il culto dei morti. Per le opere di misericordia spirituale interverranno i rappresentanti degli operatori scolastici nel campo dell'educazione-istruzione, gli esperti del consultorio familiare, sempre pronti a condividere cammini con utili consigli; sacerdoti e religiosi dediti al ministero della confessione, saranno promotori di comunione nelle singole parrocchie e comunità pastorali".

Conclude l'arciprete: "Ce lo chiede espressamente Papa Francesco, che desidera un giubileo fatto di passi condivisi e di gesti concreti: "per risvegliare la nostra coscienza assopita davanti al dramma della povertà ed entrare sempre più nel cuore del Vangelo, dove i poveri sono i privilegiati della misericordia divina, riscopriamo l'invito ad essere misericordiosi come il Padre" (Misericordiae vultus, n.13).

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici. Per saperne di più sui cookie, vedere la pagina Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information